Qui Italia

Il meglio del made in Italy

Coronavirus, le ragioni (anche un po’ sgrammaticate) dell’ottimismo

Il nuovo Decreto del Premier Conte blinda i confini della Nazione e porta all'ennesimo modulo di autocertificazione. Ce la faremo (nonostante chi scrive "c'è la faremo")

Test per l’esame di giornalismo. Il candidato consideri, a proposito dell’emergenza coronavirus, che:

a) Con il suo ultimo Decreto, il bi-Premier Giuseppe Conte ha decretato la chiusura dei confini nazionali. Ecco perché il presidente dell’Inps Pasquale Tridico ha dichiarato che l’ente non avrà problemi di liquidità fino a maggio: con il blocco dei remunerativissimi traffici delle Ong, come faranno i clandestini a pagare le pensioni agli Italiani?

b) Il capo della Protezione Civile Angelo Borrelli è negativo. Fortunatamente, il riferimento è al suo tampone, e non al quotidiano bollettino sull’andamento dell’epidemia.

c) Il capo della Polizia Franco Gabrielli ha annunciato la nuova versione del modulo di autocertificazione per poter uscire di casa. I venditori di inchiostro per stampanti ringraziano sentitamente.

d) Il Cio (il Comitato Olimpico Internazionale) ha rinviato le Olimpiadi. Non era riuscito a convincere il virus a sospendere il contagio per la durata dei Giochi.

e) Si sono rincorse voci (poi smentite) secondo cui il Principe Filippo di Edimburgo era passato a miglior vita, mentre è certo che suo figlio Carlo d’Inghilterra, l’erede al trono, sia stato contagiato dal Covid-19. «E anche io non mi sento molto bene».

Ciò posto, il candidato commenti l’ottimismo di quanti, nonostante tutto, restano convinti che ce la faremo anche se scrivono “c’è la faremo”.