Qui Italia

Il meglio del made in Italy

Torino, quattro condannati per la tragedia di piazza San Carlo

Per i fatti di piazza San Carlo a Torino, dove il 3 giugno del 2017 si scatenò il panico durante la finale di Champions League tra Juventus e Real Madrid con la morte di due persone, il giudice Maria Francesca Abenavoli ha condannato in abbreviato a 10 anni e 4 mesi Sohaib Boumadaghen, Hamza Belghazi e Mohammed Machmachi. I tre sono accusati di omicidio preterintenzionale, lesioni, rapina e furto. Stesse accuse, ad eccezione di quella per furto, nei confronti di Es Sahibi Aymene, per il quale la condanna è stata di 10 anni e 3 mesi.

I quattro imputati sono i carcere da aprile del 2018 e resteranno in cella fino al processo d’appello, come richiesto dai pm Sparagna e Scafi. “Mi aspettavo qualcosa di diverso e di meglio – ha detto l’avvocato Basilio Forti – e rimango convinto della nostra ricostruzione dei fatti: non ci fu la rapina all’origine della tragedia”. “Leggeremo le motivazioni e – ha aggiunto il legale – faremo appello. Questa non è giustizia”.

Per la tragedia di piazza San Carlo è sotto accusa un quinto ragazzo, all’epoca minorenne, per il quale sta procedendo il tribunale dei minori che sta valutando la richiesta di messa alla prova avanzata dal suo avvocato Raffaele Folino. E’ ancora in corso, invece, l’udienza preliminare per i quindici amministratori accusati di lesioni, omicidio e disastro colposo.