Qui Italia

Il meglio del made in Italy

Marco Carta arrestato e poi rimesso in libertà, è indagato per furto aggravato

Marco Carta, cantante

Il cantante è accusato di aver provato a rubare magliette per un valore di 1200 euro in un negozio di Milano

Il cantante Marco Carta venerdì sera è stato arrestato a Milano, insieme a una donna di 53 anni, con l’accusa di furto aggravato alla Rinascente di piazza del Duomo. L’artista 34enne, secondo l’accusa, avrebbe provato ad uscire dal grande magazzino con sei magliette del valore di 1.200 euro a cui avrebbe tolto l’antitaccheggio, ma non la placchetta flessibile che avrebbe suonato all’uscita del negozio. Per Carta, arrestato dalla Polizia locale, ieri sera sono stati disposti gli arresti domiciliari.

Nel processo per direttissima di oggi, il giudice non ha convalidato l’arresto e ha deciso di rimettere il cantante in libertà. Carta resta comunque indagato per furto aggravato in concorso. Il processo si terrà a settembre.

“Non sono stato io a rubare, felice di poterlo dire”, ha detto il cantante lasciando Palazzo di Giustizia. “E’ stata dimostrata la totale estraneità di Carta – ha dichiarato l’avv. Ciro Simone Giordano -, l’arresto non è stato convalidato e non è stata applicata alcuna misura cautelare. Lui è estraneo a qualsiasi addebito. Il fatto è attribuibile ad altri soggetti”.

  • Foto dal profilo Facebook di Marco Carta