Contattaci

Mondo

Google sospende affari con Huawei, terremoto nel marcato smartphone

L’azienda statunitense Alphabet Inc, di Google, ha sospeso il suoi affari commerciali con Huawei. le versioni future di smartphone con un sistema operativo Android perderanno l’accesso a popolari servizi Google.

Pubblicato

il

L’azienda statunitense Alphabet Inc, guidata dai due fondatori di Google con sede in California, ha sospeso il suoi affari commerciali con Huawei. Lo dichiara una fonte dell’agenzia di stampa Reuters. La compagnia Cinese era stata di recente inserita nella blacklist del governo americano, che vietava l’uso dei suoi prodotti per questioni di sicurezza nazionale.

Huawei è attualmente il secondo produttore di smartphone al mondo (al primo posto la Samsung). Producendo dispositivi dell’Android, un sistema operativo di Google, ora deve trovare in tutti i modi una soluzione per scongiurare il terremoto nel mercato dei telefoni cellulari.

Chi attualmente possiede un Huawei con app della Google potrà però continuare ad usarle e ad aggiornarle. Non sarà però più possibile aggiornare il sistema operativo lasciando gli smartphone con software più obsoleti e quindi maggiormente esposti a rischi. Invece le versioni future di smartphone Huawei che hanno un sistema operativo Android perderanno l’accesso a popolari servizi come Gmail, YouTube e Google Play.

“Huawei potrà solamente usare la versione pubblica di Android e non sarà in grado di accedere ai servizi Google” ha affermato la stessa fonte. Con questa versione di Android, i prodotti Huawei sarebbero accomunati ad altri di minori aziende di produzione cinese e probabilmente perderebbero molti consumatori.

Alle tensioni tra Pechino e Washington date dal braccio di ferro sui dazi, si aggiungono le decisioni prese dalle aziende produttrici di chip e microchip. Queste infatti si sono allineate a Trump, come riportato dall’agenzia Bloomberg. Intel Corp, Qualcomm Inc, Xilinx Inc e Broadcom Inc hanno già comunicato ai propri dipendenti che smetteranno di rifornire la Huawei finché non ci saranno nuove disposizioni da parte del governo.