Contattaci

Sport

Le Azzurre verso la storia e Tokyo 2020

A Valenciennes, le azzurre di Milena Bertolini vanno a caccia di tre traguardi storici

Pubblicato

il

Tra poche ore, alle 15, a Valenciennes, la Nazionale femminile si gioca un altro, fondamentale, tassello della propria storia.

Contro l’Olanda campione d’Europa in carica, le azzurre saranno impegnate nel loro secondo quarto di finale mondiale della loro storia (il primo, giocato nella prima edizione nel 1991, perso contro la Norvegia per 3-2 dopo i tempi supplementari), cercando una possibile semifinale contro la Germania per rievocare l’antica rivalità del calcio anche al femminile.

Ma retorica a parte, ci sono tre motivi (e motivazioni) principali per vincere oggi a Valenciennes – già teatro della vittoria azzurra all’esordio contro l’Australia e della sconfitta di misura contro il Brasile: battere le Oranje ancora imbattute contro le azzurre in gare ufficiali; la possibilità di entrare per la prima volta nelle Fab 4 del mondo, ma anche un’altra “prima volta”. Si tratta di strappare il biglietto per Tokyo 2020, cosa mai avvenuta nelle sei edizioni precedenti dei Giochi Olimpici in cui figurava il calcio femminile.

Infatti la sconfitta della Francia padrona di casa contro gli USA nel quarto di finale di ieri, ha delineato la situazione nella corsa verso le Olimpiadi per quanto riguarda le squadre UEFA. 

Oltre alla Gran Bretagna, che è già in Giappone grazie al successo dell’Inghilterra sulla Norvegia nel primo quarto di finale di questo mondiale, i prossimi due pass per il Sol Levante verranno conquistati oggi dalle vincitrici dei due quarti rimanenti: Germania-Svezia e, appunto Italia-Olanda.

Italia-Olanda: probabili formazioni

Milena Bertolini dovrebbe confermare l’11 che ha battuto la Cina a Montpellier, con il tridente Bonansea-Giacinti-Girelli, stessa cosa per le Oranje, vincenti in extremis il Giappone, che si schierano con uno speculare 4-3-3.

ITALIA (4-3-3): Giuliani; Bartoli, Linari, Gama, Guagni; Cernoia, Giugliano, Bergamaschi; Bonansea, Giacinti, Girelli. Ct: Bertolini.

OLANDA (4-3-3): Van Veenendaal; Van Dongen, Bloodworth, Van der Gragt, Van Lunteren; Spitse, Van de Donk, Groenen; Martens, Van de Sanden, Miedema. Ct: Wiegman