Contattaci

Tutti gli articoli

“Vivere il tempo che ci è stato dato con tutte le sue difficoltà”.

Pubblicato

il

Il 16 Marzo del 1978 veniva strappato dalla vita, rapito brutalmente un grande uomo della Repubblica, Aldo Moro, lo statista che piú di tutti tentó di porre le basi per il dialogo e la legittimazione reciproca delle forze politiche nel Paese. Come tutti sappiamo Aldo Moro non riuscí nel suo alto intento a causa di una fitta e oscura serie di motivi: oggi siamo ancora qui a ricordarlo con stima, affetto e dolore. Moro era un uomo dolce, sensibile e di grande acume: eppure ostile alle forze del sistema e rappresentava un pericolo.

Permettete un paragone.

L’Italia combatte una guerra: con le dovute e ovvie differenze, allora contro il terrorismo che insanguinó le strade del Paese, oggi contro la pandemia. Due logiche dissimili ma due percorsi di morte accumunati dalla meta finale: la fine.

Nessuna stagione politica parla come questa, con le parole chiare di Aldo Moro: conciliare, per il bene comune, rispetto per il rigore del confronto, sostanza degli argomenti. Siamo ancora molto indietro, il panorama politico é spezzettato, diviso, il cammino prosegue ma a tentoni e a singhiozzi, l’Italia non garantisce segni di progresso stabile dal punto di vista della comprensione e dello sviluppo del progetto Paese.

In un certo senso, l’effetto della Presidenza Draghi sta tentando di porre un rimedio a questo sgambettio nevrotico, riunendo gli Italiani e il Parlamento sotto un’unica bandiera. Presto per dire se la battaglia contro il virus verrá vinta. Ma non vi é dubbio che gli strumenti sono questi, occorre dialogo per creare una barriera comune e trarre vantaggio dalle differenze altrui.

Oggi la parte buona dell’Italia piange un suo grande fondatore, e allo stesso tempo sente il bisogno di rifarsi alla condotta, agli insegnamenti di Aldo Moro, l’esempio del suo viaggio per difendere la democrazia e illuminare la Repubblica é alto e da cogliere, innanzi a noi.

Come affermato da qualcuno, é tempo di separare Moro dal caso Moro e far prendere vita e sostanza alle sue parole: “vivere il tempo che ci è stato dato con tutte le sue difficoltà”.

 

Francesco Di Pisa è Dottore in Giurisprudenza con Master in Scienza delle Comunicazione. Libero professionista, dopo la Spagna, la Gran Bretagna, si occupa di politiche Marketing, consumo, comunicazione e scrive di politica, attualità e costume.

Continua a leggere
Advertisement
Clicca per Commentare

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *