Qui Italia

Il meglio del made in Italy

Fincantieri, Bono: “Sembra che i giovani abbiano perso la voglia di lavorare”

"Sento parlare tanto di lavoro, crescita, infrastrutture, porti, autostrade e aeroporti... e penso che noi fra un pò di tempo avremo più università che laureati, più porti che navi, più aeroporti che passeggeri"

“Nei prossimi due o tre anni avremo bisogno di 5-6 mila lavoratori ma non so dove andarli a trovare…Carpentieri, saldatori…”. Lo ha dichiarato, nel corso di una tavola rotonda organizzata dalla Cisl, Giuseppe Bono, amministratore delegato di Fincantieri.

“Abbiamo lavoro per 10 anni e cresciamo ad un ritmo del 10% – ha sottolineato Bono – ma sembra che i giovani abbiano perso la voglia di lavorare”. “D’altra parte – ha proseguito -, se uno si accontenta di fare il rider a 500/600 euro… Da noi un lavoratore medio prende 1600 euro: purtroppo mi sembra che abbiamo su questo cambiato cultura”.

“Sento parlare tanto di lavoro, crescita, infrastrutture, porti, autostrade e aeroporti… e penso che noi fra un po’ di tempo – ha aggiunto l’ad di Fincantieri – avremo più università che laureati, più porti che navi, più aeroporti che passeggeri”. “Questi – ha concluso Bono – sono gli sprechi del paese: vogliamo tutto ma vogliamo che lo facciano gli altri”.

[smartslider3 slider=2]