Qui Italia

Il meglio del made in Italy

Biden, quando l’epic fail si fa “fallimento epico” in senso letterale…

Joe Biden confuso

Joe Biden

Sleepy Joe continua a dimostrarsi una vera “gaffe machine”, collezionando topiche imbarazzanti anche e soprattutto in occasione della visita in Israele. E pure la moglie Jill non sembra essere da meno…

Da www.romait.it

Test per l’esame di giornalismo su Joe Biden, alias la “gaffe machine”. Il candidato consideri che, solamente nell’ultima settimana, Sleepy Joe:

Joe Biden confuso
Joe Biden

a) Durante una conferenza stampa, come riferisce Fox News, ha involontariamente letto anche le istruzioni indicategli sul “gobbo”: «End of quote. Repeat the line». Vale a dire, “fine della citazione, ripeti la frase”.

b) Ha collocato nel 1918, scrive il New York Post, la tragica sparatoria in un liceo di Parkland, in Florida, in realtà avvenuta nel 2018, cent’anni dopo.

c) In occasione della visita in Israele, racconta l’Express, appena sceso dall’Air Force One si è chiesto, spaesato: «What am I doing now?». Ovvero, “E adesso cosa devo fare?

d) Proprio dall’aeroporto Ben Gurion di Tel Aviv, come riporta Sky News Australia, ha inavvertitamente affermato che occorre «tenere vivi la verità e l’onore dell’Olocausto».

e) Inoltre, come ha impietosamente rilevato il sito del conduttore americano Joe Pagliarulo, al termine di una cerimonia ha cercato – di nuovo – di stringere la mano… all’aria.

Ma è tutta la famiglia Biden…

f) Nel frattempo, Jill Biden, moglie del Nostro, ha partecipato a una conferenza di UnidosUS, un’importante Ong statunitense che si batte per i diritti dei latinoamericani. E, come ci informa l’Agi, ha pensato male di paragonare la comunità ispanica ai tacos.

Ciò posto, il candidato ha due ore per illustrare cosa succede quando un epic fail diventa, in senso letterale, un vero fallimento epico (o epocale).

Jill Biden
Jill Biden